Sara Passante


sara-passanteNata a Mesagne (BR)  il 23 agosto del 1968,  ha conseguito la laurea in   Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bologna nel giugno del 1994 con il massimo dei voti e la lode con tesi in diritto del lavoro e delle relazioni industriali.

Ha seguito negli anni 1994 – 1995 un corso post lauream di preparazione alla funzione giudiziaria, organizzato dall’Associazione Studi Giuridici “Forum”, e successivamente, un corso di formazione allo svolgimento della attività professionale organizzato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna.
Esercita la professione di avvocato dal 1997, dedicandosi sin dagli anni della pratica al diritto del lavoro e al diritto sindacale, sempre presso lo Studio Legale Associato, dapprima quale collaboratrice e poi quale socia.

E’ membro della associazione specialistica “Avvocati Giuslavoristi Italiani”.

Fa parte del comitato di redazione di RGL News.

Ha seguito diversi convegni e seminari su temi che spaziano dal “danno alla persona”, anche in ambito civilistico,  alle nuove tipologie contrattuali,  e da ultimo in particolare sulle  più recenti riforme del diritto del lavoro e processuali e sul diritto antidiscriminatorio.

E’ stata relatrice  in diversi convegni,  in particolare sulle tematiche della discriminazione di genere (20 ottobre 2011: “Le Consigliere di Parità, la tutela antidiscriminatoria e il mercato del lavoro nella Provincia di Bologna” ; 31 maggio 2013: Le discriminazioni di genere – contrasto e tutela giudiziale e stragiudiziale”, entrambi  patrocinati dall’Ufficio Consigliere Parità della Provincia di Bologna) e su alcune particolari tipologie contrattuali (lavoro part time e lavoro somministrato).

Ha fornito assistenza stragiudiziale e giudiziale su questioni  relative alla tutela della salute della persona sul luogo di lavoro, anche con riferimento al fenomeno del “mobbing”; ha seguito numerose controversie relative a forme di lavoro “atipico” e “precario”(dal lavoro somministrato e a termine al lavoro “parasubordinato” – a progetto, associazione in partecipazione, stage – al lavoro a chiamata/intermittente); ha patrocinato diverse cause  volte a contrastare le   discriminazioni nell’ambito del rapporto di lavoro, sia nel corso della sua esecuzione che in fase “espulsiva” (licenziamenti) con riferimento in particolare ai fattori genere, età e  handicap.

E’  da diversi anni consulente della Camera del Lavoro di Imola.